Bici di mezzo

Un progetto di mobilità ciclabile a Konakry (Guinea)

Lo scopo del progetto è quello di fare in modo di restituire autonomia negli spostamenti a chi l’ha persa quasi totalmente a causa della situazione dei trasporti dipendente dalla benzina, che ha raggiunto prezzi proibitivi anche per i servizi pubblici, ridurre l’inquinamento e diffondere una cultura non dipendente dal petrolio, per evitare che nei paesi del terzo mondo si riproducano gli stessi errori di sviluppo insostenibile con i quali ci troviamo attualmente a fare i conti nel “primo mondo”, per ridare un po’ di potere economico lavorando assieme ai Guineani in un’attività quotidiana e pacifica, diffondendo l’idea che esistono modi per cambiare la situazione in cui i Guineani e altri popoli in paesi del terzo mondo sono sempre vittime del nostro sistema industrializzato occidentale.

La capitale della Guinea, Konakry, è abitata da circa un milione di persone dei 6 milioni totali del paese) sparse nei vari quartieri, ma che perlopiù lavorano in centro. Questo comporta lo spostamento quotidiano di migliaia di persone su mezzi di trasporto motorizzati privati (quelli pubblici sono quasi inesistenti e per questo in molti dipendono dai taxi sempre stracarichi di gente e comunque molto costosi rispetto al reddito medio dei Guineani.

Le compagnie petrolifere, sostenendo che i prezzi della benzina in Guinea  sono iniqui rispetto a quelli degli altri paesi in cui esportano carburante, stanno mettendo in atto interruzioni delle erogazioni e progressivi costanti aumenti dei prezzi, il che ha portato alla paradossale situazione per cui la benzina costa in Guinea più o meno lo stesso di quanto costa da noi, con il risultato che più della metà di uno stipendio medio viene spesa in benzina e che in molti non possono più permettersi neanche l’uso dei mezzi pubblici (che, ovviamente, seguono l’andamento del prezzo della benzina).

In questa situazione pochissimi possono permettersi di sostenere la spesa iniziale di una bicicletta che, tuttavia, rappresenterebbe a lungo termine un vantaggio economico per sé e la propria famiglia oltre a comportare chiari vantaggi ecologici per tutti.

Il progetto “Bici di mezzo” prevede:

•        da Dicembre 2006 il trasporto dall’Italia in Guinea di raccolte di pezzi di  biciclette riciclate per montaggio a Konakry.

•        corsi di formazione a Konakry, liberi e gratuiti, su montaggio, riciclaggio, riparazione e manutenzione della bicicletta per rendere i partecipanti Guineani in grado di gestire autonomamente una ciclofficina. Le persone così formate successivamente si faranno carico di formare altre    persone nella comunità e aiutare chi ha    più bisogno di una bicicletta a montarne una e fare riparazioni semplici.

•        lavorare insieme agli Africani per creare un sistema di “bike sharing” che metta a dispozione l’uso di una bici per chi ne ha più bisogno, evitando  una situazione in cui solo alcuni possano usufruire del lavoro di questo progetto e che la bici diventi un oggetto elitario.

Il punto di raccolta…

…di bici e materiali è presso la Ciclofficina Popolare Don Chisciotte, presso il C.S.O.A. Ex Snia Viscosa – via Prenestina 173.

Chi vuole contribuire alla riuscita di questo progetto può farlo semplicemente portando vecchie biciclette, anche disastrate, qualsiasi pezzo ancora buono verrà recuperato, i rottami metallici verranno venduti per finanziare l’acquisto dei materiali di consumo necessari come copertoni, camere d’aria etc.

La prima spedizione di 400 kg prevede oltre alle bici anche un carico di attrezzi meccanici specifici e non, chiunque può contribuire anche con un cacciavite o un tubetto di mastice… o collaborando nella raccolta e selezione del materiale.

L’intero progetto è fondato su lavoro volontario, non chiediamo denaro e nessuno viene retribuito.

Contatti, informazioni ed orari:

Anthony cell.  339 5428725
Nunzio   cell.  339 2746373

La Ciclofficina è aperta dal lunedì al sabato dalle 17 circa, la domenica mattina saltuariamente, telefonare prima per sicurezza ai numeri indicati.

Il progetto Bici di Mezzo è a cura de:

Associazione La Svolta Umanista – via degli Equi, 25;

Ciclofficina Popolare Don Chisciotte – C.S.O.A. Ex Snia Viscosa – via Prenestina, 173;

Associazione “Ciclonauti” – Roma.

Associazione Culturale "Ciclonauti" fisso: 06/69920361 mobile: 324/8685175
Sede legale ed operativa: via Baccina 37, Mercato Rionale Monti, 00184 Roma
C.F. 97405640588